Sfratto per morosità a Milano

Sfratto per morosità a Milano

La Lombardia è la regione italiana che ogni anno registra il maggior numero di procedure di sfratto, causa di questo triste primato sono gli affitti alti e dell’impossibilità degli inquilini di sostenere la relativa spesa.

Nel 2019 in Lombardia vi sono state 7427 procedure di sfratto in diminuzione rispetto alle 9872 registrate nel 2018.

Nella sola Milano in media vengono effettuate circa 3000 procedure di sfratto per morosità ogni anno.

Fa riflettere la presenza di questi numeri impressionati nonostante Milano possa contare su un programma di edilizia abitativa tra i più efficienti d’Italia.

Lo sfratto per morosità è un istituto giuridico complesso, ma se spiegato bene può essere facilmente compreso.

Vediamo nel dettaglio alcuni elementi fondamentali dello sfratto, come avviene l’iter che completa questo istituto giuridico e quali sono i soggetti coinvolti nel processo.

Elementi fondamentali

Come sfratto si intende il momento in cui l’inquilino, per ragioni diverse, è tenuto a restituire il possesso dell’immobile al legittimo proprietario.

Le motivazioni che danno avvio ad una procedura sfratto possono sono diverse.

Ad esempio, lo sfratto può sussistere nella misura in cui il contratto di locazione non è più rinnovato.

Un altra motivazione in cui lo sfratto avviene è quando l’inquilino è moroso e non riesce a sostenere le spese per il canone mensile.

In questo caso, oltre alla liberazione dell’immobile il proprietario ha la necessità di procedere anche al recupero dei canoni non pagati.

Da quali passaggi è composto l’iter dello sfratto? La prima fase generalmente si svolge in via stragiudiziale, in questa fase le parti provano a trovare un accordo senza coinvolgere l’autorità giudiziaria.

Qualora non si riuscisse a definire in via stragiudiziale, sarà necessario rivolgersi ad un legale.

In particolare, il ruolo del giudice è di fondamentale importanza perché valuta la regolarità dello sfratto e indica un termine entro il quale l’inquilino deve liberare l’appartamento.

La procedura di sfratto, pertanto, passa attraverso queste fasi fondamentali e può avere una durata molto lunga.

Un aspetto importante della procedura di sfratto è che non è soggetto alla sospensione feriale dei termini che avviene nel mese di agosto.

Ciò consentirà alle parti di trovare una soluzione più celere e terminare il procedimento di sfratto nel minor tempo possibile.

 

 

Comments are closed.