morosità incolpevole

Morosità incolpevole

Quando si attiva la morosità incolpevole?

La morosità incolpevole è un istituto giuridico recentemente introdotto dall’articolo 6, comma 5 del decreto legge 102 del 2013.

Questa legge ha introdotto un fondo per erogare contributi a favore di coloro che stanno subendo incolpevolmente una procedura di sfratto per morosità.

Come funziona realmente questo fondo? Scoprilo nelle prossime righe.

Cosa è la morosità incolpevole?

L’articolo 1 del decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti offre una definizione puntuale di morosità incolpevole: situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.

Andando ad analizzare questa definizione, possiamo trovare alcuni elementi che determinano la fattispecie di morosità incolpevole.

In particolare, parliamo di perdita del posto di lavoro per licenziamento, per accordi aziendali, cassa integrazione, mancato rinnovo del contratto, cessazione di attività come livero professionista, malattie gravi e altre fattispecie affini.

Tali circostanza devono essere la causa che ha generato la difficoltà economica che ha causato la morosità.

Accedere al fondo consente all’inquilino moroso e incolpevole di ottenere un contributo da parte dello Stato fino ad un massimo di 8.000 €.

L’accesso al contributo è condizionato alla notifica di un’intimazione di sfratto da parte del proprietario dell’immobile.

Quali sono i soggetti che possono beneficiare di questo fondo?

Secondo quanto disposto dall’articolo 3, hanno accesso al fondo coloro i quali sono titolari di un contratto di locazione, sono cittadini italiani ed europei (o hanno regolare permesso di soggiorno), che risiedono nell’appartamento da almeno un anno e che rispettano i seguenti parametri ISE/ISEE: rispettivamente 35000 euro e 26000.

L’accesso al fondo di garanzia blocca qualunque procedura di recupero dei canoni non pagati nei confronti dell’inquilino moroso.

Comments are closed.